Strategia Integrata di Sviluppo Locale

ASSE 4 Metodo LEADER – PSR Toscana 2007-2013

La società FAR Maremma S.c.r.l., nata per la gestione dell’Iniziativa Comunitaria “Leader Plus (+)” (2000-2006), nel marzo del 2008 ha ottenuto il riconoscimento da parte della Regione Toscana di soggetto responsabile per l’attuazione della nuova I. C. “Asse 4 Metodo Leader” a valere sul PSR Piano di Sviluppo Rurale Regionale 2007-2013.

L’Asse 4 “Metodo Leader” può finanziare diverse combinazioni di interventi tra le misure e le sottomisure previste dalle SISL (Strategia Integrata di Sviluppo Locale), elaborate dal GAL.

La Strategia Integrata di Sviluppo Locale viene elaborata e messa in atto dai GAL (Gruppi di Azione Locale) rispettando i seguenti elementi fondamentali:

  • La strategia di sviluppo territoriale locale e’ destinata a territori rurali ben definiti.
  • Il parternariato che costituisce il GAL tra pubblico e privato deve avere carattere locale.
  • L’approccio di intervento deve essere (bottom-up) dal basso verso l’alto, cosi’ che ai GAL viene assegnato il potere decisionale in merito all’elaborazione della strategia e quindi anche la responsabilita’ per la sua attuazione.
  • La strategia deve avere carattere multisettoriale, basato sull’intereazione tra gli operatori ed i progetti appartenenti ai diversi settori dell’economia locale.
  • Deve esserci il collegamento in rete con altri parternariati locali. E’ invece facoltativo inserire nella strategia i due elementi che in realta’ caratterizzano l’approccio Leader: la realizzazione di approcci innovativi e di progetti di cooperazione. Tali elementi se venissero introdotti pero’ nella strategia presentata verrebbero sicuramente premiati in fase di valutazione.

I GAL una volta elaborate, inviano alle Province competenti le loro proposte di strategia di sviluppo rurale. Entro 30 giorni le Province competenti inviano ai servizi della Giunta le strategie di sviluppo dei GAL, correlate da un parere in merito alla coerenza, complementarieta’ e sinergia di tali strategie con la programmazione economica e territoriale provinciale: nel caso che la Provincia comunichi rilievi sul programma ricevuto, il GAL e’ tenuto ad adeguare la propria programmazione tenendo conto dei rilievi della Provincia.
Le Strategie Integrate di Sviluppo Locale devono essere presentate entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana delle disposizioni per la loro redazione. Da un’attenta analisi del territorio di competenza, tali strategie inviduano i principali fabbisogni, le strategie prescelte in relazione ad essi indicano le misure attivate e le dotazioni finanziarie. Le SISL hanno validita’ per tutto il periodo di programmazione (dell’iniziativa Leader), per la parte finanziaria pero’ il periodo di programmazione si limita al 2007/2010. Le SISL approvate entrano in vigore a decorrere dalla data della loro pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. I GAL redigono le SISL tenendo conto delle priorita’ progettuali dei Patti per lo Sviluppo Locale stipulati dalle Province con la Giunta regionale e con i Piani di Sviluppo socio economico delle Comunita’ Montane.

Misure Leader 2007-2013

Miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali

La misura è collegata con l’obiettivo del PSR di “rafforzamento del sostegno alle popolazioni rurali”, per evitare lo spopolamente delle zone rurali ed il loro indebolimento. La possibilità di rafforzare la rete di servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale, consente da un lato di migliorare la qualità della vita di coloro che vivono in queste aree e dall’altro di offrire alle imprese quella rete di servizi di supporto indispensabili al buon funzionamento di tutto il microsistema economico; in sostanza la misura tende a creare tutta una serie di condizioni socio-economiche necessarie per la crescita o almeno il mantenimento degli attuali livelli di occupazione nelle zone rurali. Larricchimento e l’estensione dei servizi sociali nelle aree rurali riveste un duplice ruolo ovvero, di favorire la qualità della vita delle popolazioni presenti e di rigenerare alcuni valori e stili di vita che sono propri di questi territori.

Questo tematismo si articola nelle seguenti sottomisure:

  • 321 a: “Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale – Reti di protezione sociale nelle zone rurali”.
  • 321 b: “Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale – Servizi commerciali in aree rurali”.

Diversificazione dell’ambiente economico rurale

L’obiettivo specifico del tematismo è quello di diversificare l’economia delle zone rurali, creando e sviluppando attività commerciali ed artigianali, per incrementare nuove opportunità di lavoro, rafforzare la presenza di microimprese nel sistema economico rurale e quindi migliorare la qualità della vita della popolazione residente. In quest’ottica è chiaro il contributo di questa misura al consolidamento del sistema economico e sociale dei territori rurali e, attraverso l’impulso alla diversificazione economica, alla loro vitalità, contrastando la tendenza al declino socioeconomico. La possibilità di sviluppare aziende in grado di offrire quei prodotti/servizi che nelle aree rurali mancano e che sono un supporto indispensabile per l’economia e per garantire soddisfacenti condizioni di vita, fanno di questa misura uno strumento indispensabile nel perseguire, prioritariamente, l’obiettivo specifico del “mantenimento e creazione di nuove opportunità occupazionali e di reddito nelle aree rurali”.

Questo tematismo si articola nelle seguenti sottomisure:

  • 312 a: Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività artigianali”
  • 312 b: “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività commerciali”
  • 313 b “Incentivazione di attività turistiche – Sviluppo delle attività turistiche”.

Sostegno e promozione della competitività dei prodotti locali di qualità anche mediante l’utilizzazione di nuove conoscenze e nuove tecnologie.

Le principali filiere zootecniche regionali hanno mostrato negli ultimi anni una serie di problemi strutturali da cui è sorta una progressiva perdita di competitività sul mercato, con conseguente indebolimento di tutti gli anelli della catena ed in particolare della base produttiva. La misura descritta prevede quindi il sostegno di iniziative di cooperazione per l’introduzione dell’innovazione finalizzata allo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie tese a:

  • garantire nuovi sbocchi commerciali ai prodotti, tramite sviluppo e miglioramento dei processi logistici ed organizzativi, in riferimento sia al mercato interno che extra CE;
  • permettere la sperimentazione e lo sviluppo di nuovi prodotti/processi/tecnologie non ancora diffusi nei settori interessati;
  • utilizzare materie prime seconde;
  • innovare i processi di approvvigionamento delle materie prime al fine di programmare l’andamento stagionale delle produzioni e la loro concentrazione nei periodi di richiesta del mercato;
  • permettere la progettazione e la sperimentazione in campo di nuove macchine e attrezzature, nonchè di tecnologie e sistemi di lavoro innovativi.

Questo tematismo si articola nelle seguenti sottomisure:

  • 124: “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnoligie nei settori agricolo e alimentare ed in quello forestale”
  • 133: “Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare”.

Sostegno alla tutela, valorizzazione e riqualificazione del patrimonio rurale del territorio (culturale, naturale e dei piccoli centri abitati)

Questa misura ha l’obiettivo di creare o incrementare l’offerta turistica nelle zone rurali, creando le condizioni per la crescita di nuove imprese turistiche di piccole dimensioni anche attraverso il sostegno alla realizzazione di infrastrutture a favore del settore turistico, con particolare riferimento a quelle direttamente collegate alla produzione primaria agricola e forestale ed agrituristica. Attraverso la promozione della diversificazione economica, si mira a rendere le zone rurali più vitali e quindi favorire l’inversione di tendenza al declino socioeconomico di queste zone. La misura persegue pertanto l’obiettivo di mantenere e creare nuove opportunità occupazionali e di reddito nelle aree rurali in quanto la misura contribuisce a sostenere lo sviluppo turistico delle zone rurali, anche come alternativa economica.

Questo tematismo si articola nelle seguenti sottomisure:

  • 313 a: “Incentivazione di attività turistiche – Creazione di infrastrutture su piccola scala e commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici”
  • 323 b: “Tutela e riqualificazione del partimonio rurale – Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale”.

Territori interessati dal Leader 2007-2013

Territorio beneficiario dell’iniziativa comunitaria “ASSE IV METODO LEADE” della Provincia di Grosseto

Il territorio della Provincia di Grosseto, il più esteso della Regione con i suoi 4.505,78 Kmq di superficie, presenta caratteristiche ambientali molto variegate che in percentuale sono così ripartite: il 10% del territorio provinciale è di tipo montano, altro 10% si localizza in pianura (prevalentemente circoscritto al territorio del Comune di Grosseto) ed il restante 80% è di tipo collinare, anche se altro distinzione pertinente riguarda l’area di collina interna (35%) e la collina litoranea (45%). Il suddetto territorio comprende 28 Comuni e tre Comunità Montane: Amiata Grossetano, Colline del Fiora e dell’Albegna e Colline Metallifere. Dei 28 Comuni, 16 ricadono all’interno delle sopraindicate Comunità Montane ai quali deve aggiungersi il Comune di Sasseta anche se ricadente nella Provincia di Livorno ma facente parte del territorio di competenza della C.M. Colline Metallifere ed il Comune di Isola del Giglio che ricade nella C.M. dell’Isola d’Elba.

Da un’attenta analisi del contesto territoriale eligibile per il programma di Iniziativa Comunitaria “Asse IV Metodo Leader”, le aree rurali riconosciute secondo la metodologia del P.S.R.(Piano di Sviluppo Rurale) 2007/13 sono le seguenti:

Provincia di Grosseto

  • Campagnatico¹
  • Capalbio¹
  • Castiglione della Pescaia²
  • Civitella Paganico¹
  • Gavorrano¹
  • Isola del Giglio¹
  • Magliano in Toscana¹
  • Monte Argentario (eligibile per l’Iniziativa nella sezione censuaria che va dalla n°25 alla n°60)²
  • Orbetello²
  • Scarlino²

C.M. Amiata Grossetano

  • Arcidosso³
  • Castel del Piano³
  • Castell’Azzara³
  • Cinigiano¹
  • Roccalbegna³
  • Santa Fiora³
  • Seggiano³
  • Semproniano¹

C.M. Colline del Fiora

  • Manciano¹
  • Pitigliano¹
  • Scansano¹
  • Sorano¹

C.M. Colline Metallifere

  • Massa Marittima¹
  • Monterotondo Marittimo¹
  • Montieri¹
  • Roccastrada¹

Distinzione di zona seguendo il riconoscimento delle aree rurali dettate dal PSR 2007/13:

¹Zona C2: Aree arurali intermedie in declino.

²Zona C1: Aree arurali intermedie in transizione.

³Zona D: Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo.

Il livello di progresso raggiungibile nella Provincia di Grosseto è fortemente influenzato dagli specifici svantaggi di un territorio condizionato da molteplici fattori, quali nel particolare: i caratteri morfologici, le dotazioni infrastrutturali, la storia degli insediamenti e le dinamiche socio-economiche locali.

Le zone svantaggiate all’interno di tutta la Provincia contano ad oggi circa 220.000 ettari, prevalentemente concentrate nei territori delle Comunità Montane con il 77% della loro superficie.

Per contro il territorio della Provincia di Grosseto si presenta ancora molto poco modificato nelle sue peculiari caratteristiche ambientali, grazie ad interventi poco invasivi nei diversi settori lavorativi e ad opere di tutela mirate(quali la nascita di riserve naturali protette, sostenute in parte dalle precedenti Iniziative Comunitarie attivate, Leader Plus per es.) che hanno permesso di conservare un elevato livello di biodiversità animale e vegetale, vera ricchezza del territorio.

Bandi LEADER 2007-2013 – II FASE – APERTI

Bando Misura 321a – II fase

Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale

Data di pubblicazione: 02/08/2012 – Data di scadenza: 01/10/2012 Scaduto

SCARICA IL BANDO

Dotazione Finanziaria Bandi II Fase – Asse 4 “Metodo Leader”

Dotazione Finanziaria Bandi II Fase – Asse 4 “Metodo Leader”

SCARICA IL BANDO

Bando Misura 313Ab – II fase

“Incentivazione di attività turistiche – Creazione di infrastrutture su piccola scala e commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici”
Data di pubblicazione: 07/06/2012 – Data di scadenza: 06/08/2012 Scaduto

SCARICA IL BANDOQUESITI E RISPOSTE – RIMBORSI SPESEMASSIMALI SPESE

Bando Misura 124 II fase

“Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e in quello forestale”
Data di pubblicazione: 07/06/2012 – Data di scadenza: 06/08/2012 Scaduto

SCARICA IL BANDOMODULISTICA DOMANDASCHEMA SPESE

Bando Misura 312b – II fase

“Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività commerciali ”
Data di pubblicazione: 07/06/2012 – Data di scadenza: 06/08/2012 Scaduto

SCARICA IL BANDOQUESITI E RISPOSTERACCOMANDAZIONE CE

Bando Misura 133 II fase

“Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare”
Data di pubblicazione: 07/06/2012 – Data di scadenza: 06/08/2012 Scaduto

Bando misura 312A – II fase

“Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività artigianali”
Data di pubblicazione: 18/04/2012 – Data di scadenza: 07/07/2012 Scaduto

Bando Misura 321b – II fase

“Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale – Servizi commerciali in aree rurali”
Data di pubblicazione: 18/04/2012 – Data di scadenza: 17/07/2012 Scaduto

Bando Misura 313b – II fase

“Sviluppo delle attività turistiche”
Data di pubblicazione: 18/04/2012 – Data di scadenza: 07/07/2012 Scaduto

Bando Misura 323b – II fase

“Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale – Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale”
Data di pubblicazione: 18/04/2012 – Data di scadenza: 17/07/2012 Scaduto

Graduatorie Bandi Leader 2007-2013 – II FASE

Graduatoria preliminare misura 312a

La graduatoria preliminare della Misura 312a pubblicata sul BURT n.32 dell’08.08.2012

Graduatoria preliminare misura 313b

La graduatoria preliminare della Misura 313b pubblicata sul BURT n.32 dell’08.08.2012

Graduatoria preliminare misura 321b

La graduatoria preliminare della Misura 321b pubblicata sul BURT n.32 dell’08.08.2012

Graduatoria preliminare misura 323b

La graduatoria preliminare della Misura 323b pubblicata sul BURT n.32 dell’08.08.2012

Graduatoria preliminare misura 312b

La graduatoria preliminare della Misura 312b pubblicata sul BURT n.36 dell’05.09.2012

Graduatoria preliminare misura 313ab

La graduatoria preliminare della Misura 313ab pubblicata sul BURT n.36 dell’05.09.2012

Graduatoria preliminare misura 133

La graduatoria preliminare della Misura 133 pubblicata sul BURT n.36 dell’05.09.2012

Graduatoria Misura 124

La graduatoria di ammissibilità della Misura 124 pubblicata sul BURT n. 9 del 27.02.2013

Bandi LEADER 2007-2013 – I FASE – SCADUTI

Referenti associazioni di categoria

A seguito della giornata di animazione tenutasi lo scorso 8 settembre presso la C.C.I.A.A. con i referenti tecnici di ARTEA ed i referenti delle Associazioni di Categoria per la Provincia di Grosseto, nel solo intento di fornire uno strumento aggiuntivo di sostegno, sono stati indicati i nominativi dei tecnici delle associazioni stesse, disponibili a supportare le aziende interessate alla presentazione delle domande di aiuto a valere sull’Asse 4 Metodo Leader PSR 2007/2013.

Ascom Confcommercio Grosseto

Via della Pace , 154 – 58100 Grosseto
Referente: Sofia CostiSofia.costi@ascomgr.it
Telefono: 0564 470229 – fax. 0564 23853

CNA

Via Birmania 96 – 58100 Grosseto
Referente: Luca Storai
l.storai@cna-gr.it
Telefono: 0564 471206 – fax 0564 457393

Confesercenti

Via de’ Barberi 108 – 58100 Grosseto
Referente: Sig.ra Monica Pellegrini
monicapellegrini@confesercenti.gr.it
Telefono 055 438821- 334 3180335

Confartigianato

Viale Monterosa 26- 58100 Grosseto
Referente: Riccardo Beri
Riccardo.beri@artigianigr.it
Telefono: 0564 419628 –fax 0564 455206

Bando Misura 323b

“Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale – Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale”
Data di pubblicazione: 23/09/2010 – Data di scadenza: 31/01/2011 Scaduto

Bando Misura 321a

“Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale”
Data di pubblicazione: 23/09/2010 – Data di scadenza: 31/01/2011 Scaduto

Bando Misura 321b

“Servizi essenziali per l’economia e la popolazione rurale – Servizi commerciali in aree rurali”
Data di pubblicazione: 23/09/2010 – Data di scadenza: 31/01/2011 Scaduto

Bando Misura 313b

“Sviluppo delle attività turistiche ”
Data di pubblicazione: 23/09/2010 – Data di scadenza: 21/12/2010 Scaduto

Bando Misura 312b

“Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività commerciali ”
Data di pubblicazione: 23/09/2010 – Data di scadenza: 21/12/2010 Scaduto

Bando Misura 312A

“Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – Sviluppo delle attività artigianali ”
Data di pubblicazione: 25/08/2010 – Data di scadenza: 23/11/2010 Scaduto

Bando Misura 133

“Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare”
Data di pubblicazione: 25/08/2010 – Data di scadenza: 11/10/2010 Scaduto

Bando Misura 313Ab

“Incentivazione di attività turistiche – Creazione di infrastrutture su piccola scala e commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici”
Data di pubblicazione: 25/08/2010 – Data di scadenza: 11/10/2010 Scaduto

Bando Misura 124

“Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e in quello forestale”
Data di pubblicazione: 21/07/2010 – Data di scadenza: 20/09/2010 Scaduto

Graduatorie Bandi Leader 2007-2013 – I FASE – SCADUTI

Graduatoria preliminare Misura 323b

La graduatoria preliminare della Misura 323b pubblicata sul BURT n. 8 del 23.02.2011.

Graduatoria preliminare Misura 321b

La graduatoria preliminare della Misura 321b pubblicata sul BURT n. 8 del 23.02.2011.

Graduatoria preliminare Misura 321a

La graduatoria preliminare della Misura 321a pubblicata sul BURT n. 8 del 23.02.2011.

Graduatoria preliminare Misura 313Ab

La graduatoria preliminare della misura 313Ab pubblicata sul BURT n. 44 del 3.11.2010.

Graduatoria preliminare Misura 133

La graduatoria preliminare della Misura 133 pubblicata sul BURT n. 44 del 3.11.2010.

Graduatoria preliminare Misura 312A

La graduatoria preliminare della Misura 312A pubblicata sul BURT n. 50 del 15.12.2010.

Graduatoria preliminare Misura 313b

La graduatoria preliminare della Misura 133 pubblicata sul BURT n. 3 del 19.1.2011.

Graduatoria preliminare Misura 312b

La graduatoria preliminare della Misura 312b pubblicata sul BURT n. 3 del 19.1.2011.

Graduatoria definitiva Misura 124

La graduatoria definitiva della Misura 124 pubblicata sul BURT n. 13 del 30.03.2011.

Normativa Comunitaria e Regionale

La normativa Comunitaria e Regionale relativa all’Asse 4 Metodo Leader del PSR Toscana 2007-2013 è disponibile sul sito web della Regione Toscana ai seguenti link:

Il disciplinare della Regione Toscana sulle attività di informazione e pubblicità relative ad iniziative finanziate dal PSR 2007-2013:

Si segnala che avverso alle decisioni del GAL in materia di esclusione, totale o parziale, dei bandi è ammissibile il ricorso secondo i termini di legge.

Progetti Leader 2007-2013

ACQUISTO AUTOCARRO

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Caprilli Daniele

Investimento previsto: € 98.895,00
Contributo previsto: € 39.558,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’officina meccanica “Caprilli Daniele”, specializzata nella riparazione di auto e moto e nella sostituzione di pneumatici, svolge anche servizio di soccorso stradale convenzionato ACI. Allo scopo di fornire un servizio sempre più efficiente ai clienti, il progetto prevede l’acquisto di nuovi macchinari, così da dotare l’officina delle più moderne attrezzature. L’investimento maggiore è rappresentato dall’acquisto di un nuovo carroattrezzi, allestito con le necessarie dotazioni per il soccorso agli automoblisti. Per quanto riguarda la riparazione e l’assistenza ai pneumatici, è previsto l’acquisto di un sistema operativo diagnostico per autoveicoli, di un equilibratrice e di uno smontagomme.

ACQUISTO NUOVO MEZZO

Bando: n° 3
Misura: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.
Beneficiario: Irrisystem di Menichelli Marco

Investimento previsto: € 29.600,00
Contributo previsto: € 11.840,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

La ditta “Irrisystem”, specializzata nella progettazione ed istallazione di impianti di irrigazione e fotovoltaici è composta dal titolare Menichelli Marco e da un dipendente. Attualmente l’impresa dispone di un solo autocarro; questo rappresenta un limite per l’operatività in quanto non è possibile raggiungere contemporaneamente due cantieri di lavoro diversi. Obiettivo del progetto, che consiste nell’acquisto di un nuovo mezzo di trasporto, è quello di offrire ai clienti nuovi servizi e una maggiore tempestività di intervento, potendo così servire allo stesso tempo più utenti. Per la  scelta del bene oggetto dell’investimento, il Sig. Menichelli ha posto l’attenzione sui dispositivi di sicurezza del mezzo (air bag, abs) e sulle dotazioni adatte alle attività da svolgere, come la capacità di carico, superiore a quella dell’autocarro già in possesso, così da trasportare prodotti più voluminosi direttamente dal magazzino di vendita al luogo di istallazione, risparmiando sui costi di trasporto e il gradino posteriore, in modo da facilitare le operazione di carico e scarico. Con questo nuovo autocarro, la ditta avrà la possibilità di organizzare anche l’attività di manutenzione degli impianti istallati, potendo avere a disposizione un piccolo magazzino viaggiante; questo servizio potrà presentare nuove opportunità di reddito.

MACCHINA GELATO

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Maremma s.n.c.

Investimento previsto: € 62.880,00
Contributo previsto: € 25.152,00
% Contributo: 40%

DECRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Con questo progetto l’azienda “Maremma s.n.c”, che si occupa della produzione di gelati, ha l’obiettivo di innovare il processo produttivo, rendendo più efficienti  le varie fasi della lavorazione. L’investimento prevede l’acquisto di un mantecatore condensato ad acqua, che consentirà un notevole risparmio energetico in virtù del fatto che, tale macchinario  non funziona a tempo ma a consistenza; il sistema infatti, è stato progettato per eliminare i consumi di troppo. L’acqua in eccesso, che si forma durante la produzione del gelato, viene recuperata da un economizzatore e riportata alla temperatura di raffreddamento necessaria al buon funzionamento della macchina. In questo modo sarà possibile recuperare l’acqua di lavorazione riducendo gli sprechi. Inoltre, al fine di ottimizzare la conservazione del prodotto, il progetto prevede anche l’acquisto di un armadio frigo.

ACQUISTO ATTREZZATURE

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: G. B. Sport di Bonemei Gianni

Investimento previsto: € 85.815,00
Contributo previsto: € 34.326,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’officina G. B. Sport è specializzata nella riparazione di auto e nella sostituzione di pneumatici. Il progetto ha come obiettivo quello di fornire un servizio sempre più efficiente ai clienti e di ampliare l’offerta. A questo scopo si prevede infatti l’acquisto di nuovi macchinari, così da dotare l’officina delle più moderne attrezzature e l’istallazione di un piccolo impianto di lavaggio di mezzi. Per quanto riguarda la riparazione e l’assistenza ai pneumatici, è previsto l’acquisto di una fresatrice per testate, di un equilibratrice e di compressori.

ACQUISTO MACCHINARIO

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Caldana Marmi di Rustighi Silvia

Investimento previsto: € 36.000,00
Contributo previsto: € 14.400,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Con i macchinari attualmente a disposizione, il marmista non è in grado di effettuare sul pezzo finito le lavorazioni di rifinitura (ad esempio un foro per un lavello ad incasso); attualmente infatti tali operazioni vengono effettuate esclusivamente a mano e la gamma è molto limitata. L’investimento prevede l’acquisto di una macchina in grado di effettuare qualsiasi tipo di rifinitura, ma anche intarsi e mosaici nonché simboli e disegni di qualsiasi tipo; questo apre all’azienda la possibilità di proporre arte funeraria personalizzata.  Lo scopo del progetto è quello di aumentare e di variegare la produzione, incrementando il numero degli addetti e di fortificare l’artigianato artistico del territorio.

ACQUISTO ATTREZZATURE

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Ste. Cof.

Investimento previsto: € 25.000,00
Contributo previsto: € 10.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

La Ste. Cof. è una falegnameria artigiana con sede in Manciano. Con questo progetto l’impresa intende dotarsi di un nuovo autocarro per il trasporto di manufatti, da consegnare e istallare ai clienti, e di materie prime (legname ed altro), così da ridurre i costi con un minore aggravio sul prezzo finale dei prodotti. Con questo investimento sarà possibile incrementare il numero dei dipendenti  con l’aggiunta di una unità lavorativa.

INNOVARE PER CRESCERE

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Infissi Rossetti s.r.l.

Investimento previsto: € 250.000,00
Contributo previsto: € 100.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’attività della Infissi Rossetti s.r.l. è incentrata prevalentemente sulla costruzione, vendita ed istallazione di infissi in legno ed in alluminio; inoltre svolge, anche se in minor parte, un servizio di pompe funebri (vendita cofani e trasporto con carro funebre). L’azienda ha saputo coniugare l’artigianalità delle produzioni con il necessario ammodernamento tecnologico, ampliando sempre di più la gamma dei prodotti offerti. Poiché però oggi risulta sempre più difficile reperire operai specializzati ed è indispensabile ridurre i costi di produzione, sono necessarie macchine sempre più semplici da usare e che allo stesso tempo siano in grado di adattarsi a vari tipi di lavorazioni. Scopo del progetto è infatti l’acquisto di un centro di lavoro a controllo numerico ed a totale gestione automatica, che permette di eseguire il ciclo completo per la produzione di serramenti in legno massiccio senza interventi manuali, e di altri macchinari altamente innovativi. Con questi investimenti la Infissi Rossetti riuscirà a :

  • fornire migliori condizioni di lavoro ai propri addetti, grazie ad una riduzione dell’inquinamento acustico e della produzione di polveri fini (truciolati) che i nuovi macchinari sono in grado di garantire;
  • ridurre i consumi di energia e le emissioni di CO2
  • ottenere prodotti con un elevato valore aggiunto in termini di risparmio energetico per le abitazioni in cui saranno istallati
  • intraprendere un percorso volto all’acquisizione di nuove certificazioni di qualità di prodotto.

RINNOVO E ACQUISTO ATTREZZATURE PANIFICIO

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Panificio Bagnoli

Investimento previsto: € 64.963,62
Contributo previsto: € 25.985,57
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto ha come scopo la riqualificazione estetica e funzionale dell’attività del panificio. L’investimento prevede infatti:

  • il rifacimento della facciata del panificio, ad oggi fatiscente, così da migliorare l’immagine non solo del punto vendita ma anche della piazza su cui l’attività commerciale si affaccia;
  • l’acquisto di un forno girevole ad alimentazione elettrica, in sostituzione del vecchio alimentato a gasolio e di carrelli e teglie necessarie per le varie fasi del processo produttivo, nonché di un bruciatore a metano in sostituzione di quello attualmente presente alimentato a gasolio. Questi interventi mirano al risparmio energetico ed al contenimento delle pressioni ambientali, riducendo le emissioni di inquinanti;
  • l’acquisto di un nuovo furgone necessario per la consegna dei prodotti del panificio nei vari punti vendita, in quanto quello posseduto risulta ormai vetusto.

SVILUPPO AZIENDALE

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Pelletteria Cambi Andrea

Investimento previsto: € 27.300,00
Contributo previsto: € 10.920,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Con questo progetto la pelletteria Cambi mira ad accrescere la propria produttività ed aumentare il valore dei beni realizzati. L’investimento prevede l’acquisto di nuovi macchinari necessari alle varie fasi del processo di lavorazione delle pelli e specifici a seconda del prodotto da realizzare. I macchinari oggetto del progetto sono una cucitrice elettronica, una macchina rasafilo, una macchina tingibordo e una stringimaniglie necessaria per la produzione di borse.

ACQUISTO ATTREZZATURE PANIFICIO

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: I frutti del grano di Vegni Fabio

Investimento previsto: € 96.253,00
Contributo previsto: € 38.501,20
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto ha come scopo la riqualificazione funzionale dell’attività del panificio. L’investimento prevede infatti l’acquisto di un forno completo di 12 telai per motorizzato in sostituzione del vecchio ormai vetusto, un secondo forno e una cella frigorifera fermalievitazione essenziale in quanto, una volta preparati i prodotti che verranno cotti nel forno, possono riposare diverse ore, senza pericolo che gli ingredienti utilizzati si possano alterare. Gli investimenti sono finalizzati al miglioramento del rendimento globale della ditta, aumentando la resa economica, grazie alle nuove attrezzature e strumenti di lavoro.

ACQUISTO NUOVE ATTREZZATURE

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Ginanneschi Costruzioni s.r.l.

Investimento previsto: € 122.200,00
Contributo previsto: € 43.014,40
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto ha come scopo il potenziamento della produttività dell’azienda. L’investimento prevede infatti l’acquisto di due nuovi autocarri un miniescavatore ed un motocompressore necessari allo svolgimento dell’attività di costruzioni di cui la ditta si occupa.

ACQUISIZIONE DI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

Bando: n° 3
Misura
: n° 312A “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività artigianali”.

Beneficiario: Panificio Il mago Pancione

Investimento previsto: € 250.000,00
Contributo previsto: € 100.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto ha come scopo la riqualificazione funzionale ed il potenziamento del processo produttivo dell’azienda. L’investimento prevede infatti l’acquisto di varie attrezzature (forni, celle di lievitazione, impastatrice) che consentiranno di agevolare il lavoro di panificazione, in quanto le varie fasi di lavorazione saranno separate e ben distinte le une dalle altre.

AFFITTACAMERE

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Bargagli Valeria

Investimento previsto: € 197.244,58
Contributo previsto: € 78.897,83
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Con il progetto si intende realizzare un’attività di affittacamere professionale con 11 posti letto. L’intervento prevede la ristrutturazione di un immobile dimesso nel centro storico medievale di Arcidosso e consentirà non solo il recupero di un edificio di pregio ma anche la rivitalizzazione  di un’area priva di attività economiche. La ristrutturazione consentirà di ottenere 5 camere matrimoniali ed una camera singola dotate di servizi, una cucina ed un soggiorno. Con l’inizio dell’attività l’imprenditore si impegna a fare ricettività, in particolare nei periodi non consoni al turismo montano, facendo degli specifici pacchetti per i periodi di bassa stagione e complementari anche ad altre attività economiche, in modo da destagionalizzare l’attività turistica. In particolare si realizzerà un accordo  con un attività di ristorazione, volta alla diversificazione dei servizi di recettività previsti.

DIVERSIFICAZIONE E QUALIFICAZIONE PER LA CRESCITA

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Il Frutteto s.a.s.

Investimento previsto: € 144.000,00
Contributo previsto: € 57.600,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

La Casa Vacanze “Il Frutteto” è un albergo a conduzione familiare ubicato nella campagna delle Colline Metallifere, ideale per gruppi, famiglie, sportivi, amanti della natura e dell’arte. Il progetto ha come obiettivo principale la riqualificazione generale delle dotazioni della struttura ed una riorganizzazione dell’attività che consenta all’azienda di recuperare competitività, attraverso lo sviluppo della ristorazione e del benessere del corpo, per poter operare una vera e propria destagionalizzazione delle attività, arrivando all’apertura annuale della struttura e prevedendo un’incremento occupazionale.

MIGLIORAMENTO DELLA STRUTTURA PER INCREMENTARE E DESTAGIONALIZZARE L’OFFERTA TURISTICA

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: L’Antico Convento s.r.l.

Investimento previsto: € 35.524,00
Contributo previsto: € 14.209,60
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il Convento di Montepozzali è un antico monastero del XII secolo oggi completamente ristrutturato ed adibito a residenza di campagna di alto livello. Il progetto prevede in particolare interventi volti all’adeguamento ed al miglioramento della struttura ricettiva, dei complementi e delle attrezzature allo scopo di conformarsi ai nuovi requisiti minimi in materia di normativa igienico-sanitaria, accesso ai portatori di handicap e sicurezza nei luoghi di lavoro. Inoltre si prevedono opere di riqualificazione di un edificio con connotati storico-artistici; ulteriore scopo è il miglioramento dei servizi e del comfort della struttura al fine di offrire un servizio sempre più qualificato agli ospiti, oltre a incrementare l’attività  e i posti di lavoro con interventi promozionali e pubblicitari.

QUALIFICARE PER CRESCERE

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Ristomania s.r.l.

Investimento previsto: € 151.000,00
Contributo previsto: € 60.400,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’Hotel “Borgo le Piane” è una struttura di categoria due stelle e attualmente svolge un’attività stagionale da pasqua a fine ottobre, rivolta prevalentemente ad un target di turisti legati allo sport (cicloturisti e biker, golfisti e sportivi professionisti in genere), amanti della natura, dei prodotti tipici, dell’arte e della cultura. In questi ultimi anni l’azienda ha incontrato notevoli difficoltà soprattutto nel periodoi primaverile ed autunnale, registrando un discreto calo di presenze soprattutto sui gruppi organizzati. Le cause oltre ad essere riconducibili alla crisi che ha colpito l’intero settore, possono essere riconducibili sia ad una perdita di attrazione degli hotel a bassa categoria, sia allo stato generale della struttura intesa come edifici, impianti, arredi e attrezzature che richiede un generale ammodernamento. Il programma di investimenti, che consentirà all’azienda non solo di diversificare e ampliare i servizi offerti ma anche di passare da “struttura ad apertura stagionale” a “struttura ad apertura annuale”, porterà sicuramente alla trasformazione di una parte dei lavoratori da stagionali ad impiego fisso annuale, ed una notevole qualificazione e professionalizzazione delle risorse umane esistenti.

RIQUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE SERVIZI HOTEL RIFUGIO PRATEGIANO CON RECUPERO LOCALI

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Ianus s.r.l.

Investimento previsto: € 249.949,00
Contributo previsto: € 99.979,60
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Per la sua collocazione l’Hotel Rifugio Prategiano è vocato al turismo rurale, offrendo agli ospiti soggiorni ricreativi, con attività all’aria aperta ed escursioni a cavallo. L’evoluzione dei gusti e delle esigenze della clientela e l’avanzamento della concorrenza anche internazionale, impongono importanti aggiornamenti dell’offerta. Le azioni di questo progetto mirano a qualificare il servizio di ospitalità ed ampliare e diversificare l’offerta, creando ulteriori attività ricreative complementari a quella ricettiva. Gli interventi allo stesso tempo mirano a risolvere in via sussidiaria situazioni non ottimali sotto il profilo igienico, di sicurezza e organizzativo.

SALA POLIVALENTE

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Villaggio Capalbio di Ceravolo

Investimento previsto: € 103.000,00
Contributo previsto: € 41.200,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto consiste nell’ampliamento della struttura turistico ricettiva denominata “Villaggio Capalbio” con la realizzazione di una sala polifunzionale completa di impianti, arredi ed attrezzature. Tale investimento è parte integrante di un progetto più ampio teso alla qualificazione e trasformazione della struttura.

SVILUPPO, CRESCITA E INNOVAZIONE

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Il Girifalco s.r.l.

Investimento previsto: € 240.920,00
Contributo previsto: € 96.368,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’Hotel “Il Girifalco” è una struttura di categoria due stelle e attualmente svolge un’attività stagionale da pasqua a fine ottobre, rivolta prevalentemente ad un target di turisti legati allo sport (cicloturisti e biker, golfisti e sportivi professionisti in genere), amanti della natura, dei prodotti tipici, dell’arte e della cultura. Il progetto ha come obiettivo principale la riqualificazione generale delle dotazioni della struttura, in grado di consentire all’ hotel il passaggio di categoria a tre stelle e la riorganizzazione dell’attività che consenta all’azienda di recuperare competitività attraverso lo sviluppo della ristorazione e della commercializzazione online. Con questo investimento l’hotel mira a porre le basi per recuperare e incrementare nel breve periodo le presenze rispetto alle posizioni perse negli ultimi tre anni e ad una destagionalizzazione delle attività con un potenziale incremento dell’occupazione.

TURISMO SOSTENIBILE

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Massa Vecchia

Investimento previsto: € 250.000,00
Contributo previsto: € 100.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

La struttura turistica si trova immersa nel paesaggio tipico della Maremma Toscana, ideale per la famiglia, gli amanti dello sport e per chi ama le vacanze attive in mountain bike. L’azienda, infatti, ha per questo motivo incentrato il proprio piano di sviluppo su un target di turisti legati allo sport (cicloturisti e biker amatori e professionisti) in forte espansione, anche grazie alle numerose iniziative di promozione di valorizzazione organizzate dagli enti pubblici e associazioni del territorio. In particolare l’azienda intende sviluppare il turismo sportivo legato al cicloturismo e alla mountain bike occupandosi direttamente anche dell’organizzazione della “Maremma Cup”, gara di livello internazionale a cui partecipano i professionisti più titolati del mondo, portando durante il periodo della manifestazione, la Maremma alla ribalta nazionale ed internazionale. Inoltre cè la concreta possibilità che la città di Massa Marittima possa ospitare nei prossimi anni i mondiali assoluti di Mountain bike con impressionanti ricadute positive in termini di immagine e di reddito su tutto il sistema economico delle Colline Metallifere e della Maremma in generale.

IMPLEMENTAZIONE IMPIANTI DELLA STRUTTURA RICETTIVA

Bando: n° 5
Misura
: n° 313b “Sviluppo delle attività turistiche”.

Beneficiario: Rifugio Da Giulia s.a.s.

Investimento previsto: € 250.000,00
Contributo previsto: € 100.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE del PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il Rifugio da Giulia nasce dal recupero di una vecchia rimessa di carbone costruita negli anni trenta; il nome “rifugio”, è dovuto alla presenza di una costruzione in pietra adiacente molto suggestiva, utilizzata in tempo di guerra. Scopo del progetto è il potenziamento dei servizi offerti dalla struttura attraverso una serie di investimenti mirati alla riqualificazione delle strutture già esistenti.

ALLESTIMENTO PUNTO VENDITA

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Calzature Piero

Investimento previsto: € 34.000,00
Contributo previsto: € 13.600,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto ha come scopo la riqualificazione dei locali in uso dall’attività commerciale al fine di implementare l’aspetto qualitativo ma anche strumentale dell’impresa, con l’intento di migliorare la fruibilità e la funzionalità del locale assieme all’aspetto estetico. Ad oggi i locali, se pur ampi, sono costipati di confezioni da magazzino e presentano poco spazio a disposizione per l’esposizione del prodotto; questo in aggiunta ad un’errata illuminazione, penalizza notevolmente la visibilità dei prodotti e quindi il marketing dell’attività. Per questi motivi si rende necessario un intervento di ristrutturazione dei locali ed una nuova disposizione degli stessi, per meglio rispondere alle esigenze di fruizione e commerciabilità dei prodotti.

MIGLIORAMENTO E RIORGANIZZAZIONE ATTIVITA’ COMMERCIALE

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Bindi Luciano

Investimento previsto: € 250.000,00
Contributo previsto: € 100.000,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’impresa Bindi Luciano è dedita al commercio al dettaglio di carni con annesso punto vendita alimentari. Il rapporto tra il settore primario e l’attività commerciale del signor Bindi è molto stretto; in particolare l’esercizio commerciale utilizza nella maggioranza prodotti agricoli della zona, acquistandoli direttamente dai produttori locali e in particolare dall’Azienda Agricola Bindi Elisa. Il progetto prevede la completa ristrutturazione del fondo commerciale in conseguenza alla sopraelevazione del fondo per la realizzazione di appartamenti, con una conseguente ridistribuzione degli spazi interni.

REALIZZAZIONE RISTORANTE

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Malinverno Yuri

Investimento previsto: € 205.175,03
Contributo previsto: € 82.070,01
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il progetto consiste nella realizzazione di un’attività di ristorazione. Gli investimenti previsti riguardano la ristrutturazione di un edificio situato nel centro storico di Arcidosso e la realizzazione di una sala ristorante, una cucina e servizi annessi. Questo progetto oltre a rappresentare una fonte di reddito, consentirà la rivitallizzazione di un’area depressa dal punto di vista commerciale.

RISTORANTE CUPI

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Romoli Francesca

Investimento previsto: € 96.875,09
Contributo previsto: € 38.750,04
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’intervento è finalizzato alla riqualificazione dell’esercizio commerciale tramite la realizzazione di nuovi impianti, tenendo conto non solo di una migliore funzionalità degli stessi, ma anche del risparmio energetico.

PROGETTO CUCINA

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Antico Molino D’Orcia di Elena Alberti

Investimento previsto: € 43.101,20
Contributo previsto: € 17.240,48
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’intervento è finalizzato ad investimenti materiali volti alla riqualificazione dell’attività del ristorante, attraverso la realizzazione di una nuova cucina.

FRUTTOLANDIA DI EZIO ANTONIO

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Fruttolandia di Ezio Antonio

Investimento previsto: € 37.800,00
Contributo previsto: € 15.120,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

Il titolare dell’attività, il Sig. Ezio Antonio, ha sviluppato negli anni una grande passione per il settore gastronomico, ed in particolare in quello della frutta e della verdura, partecipando anche a corsi per migliorarne la conoscenza e ricercando sapori particolari nella coltura del Monte Amiata. Questo interesse si è concretizzato nel 2009 con l’avvio di un’attività; l’esperienza acquisita verrà ora riversata nell’apertura di un nuovo punto vendita. Il progetto prevede infatti la creazione di un esercizio di vicinato in grado di offrire vari servizi alla popolazione residente e ai turisti sia di passaggio che in vacanza. L’investimento consiste nella ristrutturazione di un locale ubicato nel centro storico di Castel del Piano destinato ad ospitare l’attività.

POTENZIAMENTO DELLE ATTREZZATURE NELL‘ATTIVITA’

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Il Pianello di Lon Agnieszka Anna & c.

Investimento previsto: € 25.083,71
Contributo previsto: € 10.033,48
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’intervento consiste nello sviluppo e nel completamento di una struttura commerciale neo costituita, attraverso il rinnovamento delle attrezzature e dei locali del bar, ristorante e pizzeria gestito dalla società.

ACQUISIZIONE MACCHINARI

Bando: n° 4
Misura
: n° 312B “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese – sviluppo delle attività commerciali”.

Beneficiario: Alimentari Il Dentro di Simone Romiti

Investimento previsto: € 28.500,00
Contributo previsto: € 11.400,00
% Contributo: 40%

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Presupposti ed obiettivi

L’investimento oggetto del progetto si riferisce all’acquisto di banco alimentari multifunzione, retro banco con servizio con posto per affettatrice e altri materiali necessari all’attività.

Avvisi manifestazione di interesse cooperazione – Misura 421

Il GAL ha pubblicato sul BURT n. 46 Parte III del 14.11.2012 i seguenti avvisi per la presentazione di manifestazioni di interesse nell’ambito della misura 421 “Cooperazione” dell’Asse 4 “Metodo Leader” del PSR 2007-2013:

Avviso manifestazione di interesse progetti di cooperazione – tematismo “Percorsi dei prodotti enogastronomici di qualità”

Il GAL ha pubblicato sul BURT n. 46 Parte III del 14.11.2012 il seguente avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse nell’ambito della misura 421 “Cooperazione” dell’Asse 4 “Metodo Leader” del PSR 2007-2013, relativamente al tematismo “Percorsi dei prodotti enogastronomici di qualità”:

Avviso manifestazione di interesse cooperazione – “Percorsi dei prodotti enogastronomici di qualità”

Estratto dell’avviso pubblicato sul BURT

Si ricorda che ai fini della presentazione della manfestazione di interesse si deve fare riferimento all’avviso integrale. L’estratto ha valore ai soli fini della pubblicazione sul BURT.

Di seguito il formulario da utilizzare per la presentazione delle manifestazioni di interesse:

Formulario manifestazione di interesse “Percorsi dei prodotti enogastronomici di qualità”

Ai fini del presente avviso si riportano, per ciascuna misura, gli estratti delle singole schede del PSR 2007-2013, nonché gli indirizzi per la gestione dell’Asse 4 “Metodo Leader” previsti dalla DGR n. 963/2009 del 2.11.2009 e s.m.i.

Data di pubblicazione: 14/11/2012 – Data di scadenza: 21/12/2012 – Scaduto

Avviso manifestazione di interesse progetti di cooperazione – tematismo “Vie tematiche storiche e religiose”

Il GAL ha pubblicato sul BURT n. 46 Parte III del 14.11.2012 il seguente avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse nell’ambito della misura 421 “Cooperazione” dell’Asse 4 “Metodo Leader” del PSR 2007-2013, relativamente al tematismo “Vie tematiche storiche e religiose”:

Avviso manifestazione di interesse cooperazione – “Vie tematiche storiche e religiose”

Estratto dell’avviso pubblicato sul BURT

Si ricorda che ai fini della presentazione della manfestazione di interesse si deve fare riferimento all’avviso integrale. L’estratto ha valore ai soli fini della pubblicazione sul BURT.

Di seguito il formulario da utilizzare per la presentazione delle manifestazioni di interesse:

Formulario manifestazione di interesse “Vie tematiche storiche e religiose”

Ai fini del presente avviso si riportano, per ciascuna misura, gli estratti delle singole schede del PSR 2007-2013, nonché gli indirizzi per la gestione dell’Asse 4 “Metodo Leader” previsti dalla DGR n. 963/2009 del 2.11.2009 e s.m.i.

Data di pubblicazione: 14/11/2012 – Data di scadenza: 21/12/2012 – Scaduto

Copyright © F.A.R. Maremma s.c.a.r.l. - Iscritta al Registro delle Imprese di Grosseto N. 01278090533 - P.I. e C.F. 01278090533 - Cap. Soc. 30.000,00 euro sottoscritto e interamente versato.
Sede Legale: Loc. San Lorenzo, 19 - 58031 Arcidosso (GR) - EMAIL: info@farmaremma.it PEC: info@pec.farmaremma.it